Lucia Riina, la figlia di Totò apre un ristorante a Parigi: si chiama “Corleone”

1546983048578.jpg--_corleone_by_lucia_riina___apre_a_parigi_il_ristorante_della_figlia_del_bossIl nome leva ogni dubbio. A Parigi apre “Corleone” il ristorante di Lucia Riina, figlia del boss di Cosa Nostra Totò Riina, morto il 17 novembre 2017 in carcere. «Vita nuova» scrive lei su Facebook insieme ad alcune foto della Ville Lumière. Il cambiamento che coinvolge la famiglia di Lucia Riina, il marito Vincenzo Bellomo, e la figlia che ha poco più di due anni, riguarda il loro trasferimento e l’apertura del ristorantino nella capitale francese. Il locale che promette «autentica cucina siciliana-italiana da scoprire in un ambiente elegante e accogliente» è in Rue Daru una stradina non lontana dall’Arc de Triomphe, dal parco di Monceau e dal celebre Lido, il cabaret che fa spettacoli noti in tutto il mondo con ballerine bellissime e fantasiosi acrobati.

Il ristorante è intestato alla società per azioni Luvitopace con un capitale sociale di mille euro e il cui presidente è Pierre Duthilleul. Al numero di telefono del locale risponde un giovane gentile che parla perfettamente italiano. Alla domanda se fosse possibile parlare con Bellomo o Riina l’interlocutore si consulta con un’altra persona e poi dice di non potere dire nulla, di non poter fornire informazioni. Spiega però che i proprietari sono due francesi e che forse la gestione è affidata alla coppia corleonese. Lui è solo il direttore di sala. Su chat Lucia Riina chiede il «rispetto della privacy’ e dice che »non rilascia interviste».

La più piccola dei figli del padrino mafioso corleonese, che seppe chi fosse il padre dopo il suo arresto nel gennaio ’93, da tempo desiderava lasciare Corleone dove si sentiva «oppressa» ed «emarginata» e dove sosteneva di avere con la famiglia un basso reddito. Nel 2017 si era vista rifiutare il bonus bebè dopo la nascita della figlia due volte dal Comune di Corleone e una volta dall’Inps. Proprio in quell’ occasione su Fb scrisse: «Chiederemo al presidente della Repubblica la revoca della cittadinanza italiana sia per noi che per nostra figlia così sarà chiaro al mondo intero come l’Italia politica e mediatica tratta i suoi figli, perché sono brutti, sporchi e cattivi».

Lucia Riina da anni ha scoperto di avere una vena artistica e ha cominciato a dipingere facendo anche qualche mostra. Nel 2008 si è sposata con Vincenzo Bellomo un giovane di Corleone che faceva il rappresentante di prodotti vinicoli e alimentari. Il marito, che ha 44 anni, era stato al centro delle attenzioni investigative antimafia perchè sospettato di essere il «Vincenzo Belluomo» di cui si parlava in un pizzino ritrovato nel covo di Montagna dei Cavalli, a Corleone, dov’è stato arrestato l’altro padrino corleonese Bernardo Provenzano. Il Cafè-restaurant parigino, dove Bellomo è di casa, ha la facciata in legno e vetro sormontata da una tenda verde col nome e la firma autografa che Lucia Riina utilizza anche per i suoi quadri. Spicca lo stendardo con lo stemma di Corleone: un leone rampante che stringe un cuore. Dentro il bistrò ha un aspetto elegante con luci soffuse tavolini in marmo bianco, sedie e divanetti in legno e imbottitura verde scuro che richiamano lo stendardo e la tenda esterni.

Miss Algeria presa di mira dagli haters sui social: «Sei troppo scura»

miss algeria-scura-polemiche_08170851Vince il concorso come la ragazza più bella di tutta l’Algeria ma viene presa di mira sui social. «Sei troppo scura»: queste sono le accuse rivolte a Khadidja Benhamou, la 26enne algerina vincitrice di Miss Algeria. Haters e scettici l’hanno presa in giro a causa del colore della pelle, considerato troppo scuro per potersi meritare il titolo. Il suo incarnato è tipico degli abitanti del sud dell’Algeria desertica, la regione meridionale dell’Adrar al confine con il Mali, luogo da cui proviene Khadidja, ma a quanto pare non rappresenterebbe in modo adeguato la nazione.

Le sue forme sono state appellate come troppo africane, il colore della pelle è stato motivo di sbeffeggiamenti, il razzismo non ha alcun confine e la storia di Khadidja, ne dà tristemente la conferma. Prima di vincere il concorso la 26enne lavorava in un albergo, la sua speranza era di poter entrare a far parte del mondo dello spettacolo e di poter fare carriera e certo non si sarebbe aspettata una simile reazione.

Sono stati in molti però a difenderla, ad appellarla come simbolo della bellezza algerina ad esaltarne le forme e il colore della pelle da altri molto criticato. Sebbene le reazioni siano state molto forti lei ha deciso di mantenere la calma e rispondere perdonando tutti coloro che l’hanno attaccata: «Che Dio mostri il cammino a chi mi critica e preservi coloro che mi incoraggiano»

Michael Schumacher, la moglie Corinna: «Domani è il suo compleanno, abbiamo fatto un regalo anche a voi»

Il 3 gennaio Michael Schumacher compie 50 anni e la moglie Corinna e tutta la famiglia ha voluto ringraziare i tifosi per l’affetto e rassicurarli sul campione di F1. «Siamo molto felici di festeggiare il 50° compleanno di Michael domani insieme a voi e diciamo grazie, dal profondo dei nostri cuori, per il fatto che possiamo farlo insieme», ha scritto la famiglia in un messaggio sul profilo Facebook del campione tedesco.

«Come regalo a lui, e te e a noi, Keep Fighting Foundation ha creato un museo virtuale. L’App Ufficiale Michael Schumacher verrà rilasciata domani, in modo da poter rivedere tutti insieme i successi di Michael. L’app è un altro traguardo nel nostro sforzo di fare giustizia a lui e a voi, i suoi fan, celebrando i suoi traguardi. Vi auguriamo molto divertimento con questa».

«Michael può essere orgoglioso di ciò che ha raggiunto, e anche noi! Ecco perché ricordiamo i suoi successi con la mostra di una collezione privata di Michael Schumacher a Colonia, pubblicando ricordi nei social e continuando il suo lavoro di beneficenza attraverso la fondazione. Vogliamo ricordare e festeggiare le sue vittorie, i suoi record e le sue esultanze», ha proseguito la famiglia. «Potete essere sicuri che è nelle migliore delle mani e che stiamo facendo tutto quello che è umanamente possibile per aiutarlo».

«E per favore, cercate di capire se, seguendo il desiderio di Michael, lasciamo un argomento sensibile come la sua salute, come sempre, nella privacy. Allo stesso tempo vi diciamo grazie di cuore per la vostra amicizia e vi auguriamo un sano e felice 2019», si conclude il messaggio della famiglia del campione. Schumacher dopo l’incidente sugli sci, il 29 dicembre di cinque anni fa, una caduta rovinosa che gli ha provocato gravi lesioni cerebrali, vive in un’ala appositamente attrezzata nella sua villa di Gland in Svizzera, vicino al lago di Ginevra. Il Campione tedesco ha conquistato cinque Titoli Piloti consecutivi, dal 2000 al 2004, portando sei Titoli Costruttori alla Scuderia di Maranello.

Matteo Salvini confessa: «Il 2018? Sentimentalmente difficile»

Elisa-Isoardi-Matteo-SalviniIl 2018 è stato un anno «politicamente e sentimentalmente complicato», e la speranza è che il 2019 porti «lavoro e tranquillità». È botta e risposta di fine anno del vicepremier Matteo Salvini a Politico.eu, che ha posto lo stesso ‘gioco di domandè ad alcune delle personalità politiche europee che aveva già selezionato a inizio dicembre come le 28 più interessanti che marcheranno l’anno a venire e dove il leader della Lega aveva avuto il posto d’onore.

La cosa che ha fatto più arrabbiare Salvini nel 2018 è stata «l’assenza dell’Europa su alcune grandi questioni come la migrazione», e di fronte alla scelta tra il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker e quello del Consiglio europeo Donald Tusk ha optato per un «passiamo avanti». Invece tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron, il ministro dell’interno ha scelto «Merkel». E dopo aver rivelato di preferire le patatine fritte alle ‘gaufres’ – entrambe specialità di Bruxelles – i gusti musicali di Salvini propendono per i britannici «Beatles» su Beethoven, autore dell’Inno alla gioia usato dall’Ue. Meglio poi una vacanza «in montagna» che al mare, meglio «la bicicletta» che le auto sportive.

Nessun dubbio sulla scelta del social preferito, con «Facebook» su Twitter, né su quali sono migliori qualità dell’Italia: «il sacrificio, il genio, l’impegno, la fantasia, l’adattabilità: siamo i migliori da questo punto di vista». È ancora troppo presto, però, per il leader della Lega per rispondere alla domanda su quale sia stato il momento in cui è stato più innamorato nel 2018: «questo periodo è politicamente e sentimentalmente complicato, ci sono ancora alcuni giorni» prima della fine dell’anno, «spero di poter dare una risposta» allora.

Studentessa mette la verginità all’asta. «Voglio un milione e mezzo per un futuro migliore»

4157745_1650_mette_verginita_astaUna ragazza inglese di 18 anni, ha messo all’asta la sua verginità online. La decisione – ha spiegato – l’ha presa perché vuole costruirsi “un futuro migliore”. La diciottenne di Londra , si chiama Jade, e ha raccontato alla rivista Femail che ha grandi ambizioni per il suo futuro e in particolare “vuole aiutare sua madre”. La studentessa – base d’asta 100mila sterline – non ha mai avuto un fidanzato prima, ” mia madre mi ha sempre consigliato di concentrarmi prima sugli studi… e così ho fatto”.

Ha poi spiegato: “Ho deciso di mettere all’asta la mia verginità per aiutare mia madre a superare le difficoltà finanziarie”. La mamma di Jade, è una madre single e si è sempre presa cura della figlia da sola, “mi ha insegnato il rispetto per gli altri e il rispetto per me stessa. Ora mi piacerebbe restituire a lei una parte di tutto quello che mi ha dato in questi diciotto anni”. E ha poi aggiunto “vorrei potermi pagare le tasse per gli studi senza problemi”. Per il futuro Jade ha le idee chiare: “Mi piacerebbe diventare una imprenditrice, vorrei una attività tutta mia, che mi permetta di viaggiare in tutto il mondo e fare beneficenza”. Con questa decisione “voglio una vita migliore per me e la mia famiglia, e credo così che i miei sogni diventeranno realtà”. Ora spera di raccogliere 1.5 milioni di sterline dalla sua asta su jade-virginity-auction.webnode.com, “vediamo cosa accdrà”.

Reginetta di bellezza scomparsa, la segnalazione a Chi l’ha Visto: «L’abbiamo ritrovata, ma è sparita di nuovo»

masha-chi-lha-visto_21221755Il lieto fine sembrava possibile e vicino, ma Maria Franzoso Erokhova ha voluto far sparire nuovamente le sue tracce. La modella originaria della Siberia, che ha partecipato a Miss Italia nei primi anni duemila rappresentando la Lombardia, ha chiuso il profilo Facebook che aveva aperto dopo aver interrotto i rapporti con la sua famiglia. A Chi l’ha Visto? un nuovo appello della madre che teme il peggio. Tutto è iniziato quattro mesi fa e al termine dell’ultima puntata della trasmissione di Rai Tre una telefonata aveva riacceso le speranze.
«La conosciamo, è un’amica di mia figlia e l’abbiamo sentita una settimana fa», ha detto una donna al telefono. A quel punto Maria, detta Masha, ha chiuso il profilo social che utilizzava e di cui la madre non era a conoscenza ed è tornato il silenzio. Maria è una ragazza bionda, alta e con gli occhi verdi. Ha 32 anni e si è trasferita in Italia insieme alla mamma dalla Siberia quando era molto piccola.
Al concorso di bellezza era arrivata in finale e poi aveva intrapreso una carriera nello spettacolo. «Non va più sui social, noi speriamo che possa farsi viva con la redazione della trasmissione se non vuole parlare con noi», spiega il compagno della mamma. «Non abbiamo avuto nessuna discussione», rassicura commossa la mamma.

Milionaria 23enne cerca un fidanzato e offre 70mila euro all’anno: ecco i requisiti

4101903_jane_parker_milionariaUna ragazza di 23 anni, la più giovane vincitrice milionaria di sempre al concorso Euromillions, sta cercando un fidanzato. Non solo: il fortunato riceverà anche uno ‘stipendio’ annuale da 60mila sterline (quasi 70mila euro). L’annuncio, pubblicato sul web, non è passato di certo inosservato.
Il Mirror si è occupato dell’argomento: la giovane Jane Park, di Edimburgo, non aveva ancora compiuto 18 anni quando vinse la bellezza di un milione di sterline alla lotteria Euromillions. Da quel giorno, la sua vita è radicalmente cambiata: ha comprato una casa più grande per sé e per la madre, si è data alla pazza gioia tra lussi, viaggi e anche qualche ‘ritocchino’ estetico. Ma c’è una cosa che i soldi non possono comprare, o forse sì: l’amore.

Jane Park, infatti, da quando si è ritrovata quella fortuna ha avuto diverse storie, tra cui quella con Sam Callahan, un finalista dell’edizione britannica di X Factor. Una storia intensa, ma finita male, con tanto di tradimento da parte del musicista. Un grosso dolore per Jane, che ha iniziato a sospettare di essere corteggiata dagli uomini solo per via del suo ingente patrimonio. Per questo, come spiega un’amica, la ragazza ha deciso di pubblicare l’annuncio con tanto di compenso al fortunato fidanzato: «Non è sicura di essere amata per ciò che è o se per il conto in banca. Vive questa specie di ossessione con molta preoccupazione e vuole subito mettere le cose in chiaro».

Da quando è diventata milionaria, la ragazza si è ritrovata circondata da tanti corteggiatori. Il radicale cambio della sua vita, però, non le ha portato la felicità più autentica: quella dell’amore. Sono tanti, infatti, i pretendenti tutt’altro che disinteressati al cospicuo patrimonio di Jane. «La sincerità e la fedeltà per lei sono la cosa più importante» – spiega ancora l’amica al Mirror – «Quei soldi sono solo un piccolo prezzo da pagare».

Non sapeva di essere incinta, 18enne partorisce sul pavimento della cucina: «Era grande come la mia mano»

incinta-bambino_04163845La sua bambina è nata sul pavimento della cucina, ma lei non sapeva nemmeno di essere incinta. Milaois Murphy ha 18 anni e quando ha iniziato a stare male ha creduto si trattasse di un attacco di appendicite, poi però è nata la sua piccola Harper.
La bambina è nata alla 26esima settimana, quando si è accorta che qualcosa non andava la ragazza ha chiamato un’ambulanza che però è arrivata quando la piccola era già tra le braccia della madre. La ragazza, di Dublino, ha raccontato quello che è successo: «È nata sul pavimento della cucina. Quando è uscita, ha emesso un piccolo grido e poi ha smesso di respirare, così io ho dovuto rianimarla» ha detto al Sun, «Aveva le stesse dimensioni della sua mano, è scivolata letteralmente nei miei pantaloni».
Un parto improvviso e sicuramente imprevisto. Quando è arrivata l’ambulanza la neonata è stata messa in un sacchetto di plastica per essere tenuta al caldo. Per la giovane madre e il duo fidanzato è stato uno choc, ma piano piano hanno superato il trauma, dovuto anche al fatto che la bimba era nata prematuramente e ha avuto bisogno di attenzioni particolari. Oggi la coppia è felice per quello che è accaduto loro, sono orgogliosi di essere genitori, anche se con la scuola sarà tutto più impegnativo e difficile hanno scelto di affrontarlo insieme.

Va dal medico e scopre di essere incinta di 37 settimane: aveva fatto 2 test negativi

3962589_1533_lauraUna studentessa è andata dal medico perché i sentiva un poco giù e ha scoperto di essere incinta di 37 settimane, ormai vicina al parto. Laura Molloy, ora venticinquenne, di Dublino, non aveva alcun sintomo della gravidanza e aveva anche fatto due test risultati negativi. Un mese dopo la giovane ha dato alla luce il picco Finn che adesso ha tre anni.
«Temevo di avere un tumore», ha detto Laura in un documentario che è stato poi ripreso dal Daily Mail. Il medico le ah spiegato che avendo superato le 28 settimane l’ormone che rivela la gravidanza era diminuito e per questo i test risultavano negativi.
I medici hanno poi spiegato che il motivo per cui la pancia era così piccola dipendeva dal fatto che il feto cresceva dietro la sua placenta. Il travaglio è durato 18 ore. «Tre settimane prima stavo pensando a una vacanza che io e Luke stavamo progettando, ora non stiamo vivendo una vacanza, ma un bambino». La studentessa vive ancora con i genitori e il piccolo Finn e sta pensando di tornare al college.
«Cinque anni fa non avrei mai immaginato la mia vita in questo modo. Ma tutto quello che posso dire è che non riesco a ricordare un mondo senza Finn, e certamente non voglio mai vivere in uno senza di lui».

Rihanna: “Orgogliosa del mio sedere e delle mie cosce”

Dopo aver scalato le classifiche, si è imposta anche al cinema con “Ocean’s 8”. Intanto negli ultimi tempi Rihanna è stata attaccata dagli haters per le sue forme diventate più burrose. Sul numero di settembre di British Vogue, la star ha raccontato del rapporto che ha con il suo corpo tutto curve e che non ha intezione di cambiare: “Sono orgogliosa di essere una donna di spettacolo con questo sedere e queste cosce!”.

rihanna-e-il-suo-corpo-mp4-1200x630

RiRi è la prima donna di colore a essere sulla copertina di Vogue Uk: The September Issue, il numero più importante dell’anno. L’intervista non è ancora uscita ma ne sono stati divulgati alcuni stralci.
La cantante rivela al magazine che tornerà presto in palestra, riprendendo ad allenarsi anche se spera vivamente di preservare il suo fisico curvy: “Sto per tornare in palestra e cose del genere, spero di non perdere il mio sedere, i miei fianchi o le mie cosce. Perderò qualcosa, ma non tutto. Penso alle mie tette. Ma, sai, tutto ha un prezzo. Vuoi avere un culo, però a quel punto hai anche una pancia”.
E alla domanda su cosa significa essere una pin-up Rihanna risponde: “Ok, stai chiedendo alla persona sbagliata. Non lo so, forse è perché io sono ‘thicc’ (donna tutta curve, ndr). Non lo so. Sono in questo ambiente dal 2005 e sono orgogliosa di essere una donna del settore con un culo e le cosce”.