Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Emma Marrone a Verissimo: «So di essere fortunata, è umano avere paura. Il principe azzurro? Forse si è perso»

4866976_1645_emma_marrone_verissimoEmma Marrone ospite a Verissimo racconta tanto della sua vita, sia dal punto di vista personale che professionale. «Ho fatto dei controlli, i medici mi hanno detto che dovevo fermarmi» – ha spiegato la cantante a Silvia Toffanin – «Ho provato a fermarmi, anche se non ci riesco: avevo bisogno del contatto col pubblico. Ho voluto dire subito la verità per rispetto dei miei fan».

La scoperta della malattia è stata un grande spavento. Emma spiega: «Ho avuto paura, lo ammetto. Ma sono sempre stata una persona che ha provato paura, è un sentimento umano, credo sia normale». Parlando poi della sua carriera, Emma Marrone ha spiegato: «Ho sempre fatto tesoro degli insuccessi. I fallimenti sono sempre alla base di un percorso di crescita se si è capaci di analizzare le sconfitte, capire dove si è sbagliato e autoanalizzarsi».

Emma Marrone poi parla dell’amore e dei sentimenti, con una buona dose di ironia: «Un conto è come si vede l’amore a 20 anni, un altro come lo si vede a 30. Adesso? Non lo vedo proprio, il mio principe azzurro ha perso la strada, forse un TomTom era meglio di un cavallo… So che la persona giusta esiste, ma la sto ancora aspettando: preferisco stare da sola che con una persona che non mi fa stare bene. In vita mia sono stata innamorata solo tre volte».

Si parla poi di Vasco Rossi e Gabriele Muccino. Il primo ha scritto per Emma il brano Io sono bella: «Per me è un mito della musica italiana, un grandissimo. E potete solo immaginare l’emozione che ho provato nel lavorare con lui». Col secondo, invece, Emma ha esordito da attrice nel film I migliori anni: «Oltre ad un grande regista, ho conosciuto una bellissima persona».

Emma Marrone a Verissimo: «So di essere fortunata, è umano avere paura. Il principe azzurro? Forse si è perso»ultima modifica: 2019-11-17T11:39:29+01:00da giorgio6614
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment